Progetti sociali realizzati da Joel Giustozzi insieme ad "Indaco"

27 settembre 2016
Comments: 0
Category: ARTE
27 settembre 2016, Comments: 0

Spesso mi si chiede il perché dei miei progetti sociali siano legati anzi fusi con l’arte; negli anni ho cercato una risposta che potesse convincere anche la mia parte razionale ma con scarsi risultati.

Ho iniziato a pensarci su in modo libero, ricercando il bisogno che dovevo colmare e che mi porta ogni volta alla soglia della felicità; la risposta era molto semplice ed era proprio dinnanzi a me: voglio aiutare chi con uno sguardo viene escluso dalle nostre vite, chi magari gira in tondo cercando la propria via, chi ha del talento ma che non riesce a farsi comprendere, ad arrivare dritto al cuore delle persone; insomma con questi progetti voglio dare agli altri ciò che a me è stato negato o meglio non concesso.

Essere l’ultima spinta che spinge la palla oltre il nastro.

Negli anni ho trasformato la rabbia e la rassegnazione in un’opera infinita dove ogni giorno ho il desiderio di costruire e mai di distruggere, una strada da percorrere verso la felicità insieme alle persone che hanno riscoperto quanto di speciale hanno da dare a loro stessi e agli altri. Sono sulla buona via e spero di consumare le mie scarpe, ogni giorno sempre con nuova gente al mio fianco.

Qui di seguito tutti i progetti sociali e artistici realizzati grazie a chi ha creduto in me e alla mia Associazione “Indaco”:

2014″Pensavo fosse amore” sull’amore patologico e Sindrome di Stoccolma Porto Sant’Elpidio (fm)
2015-ad oggi “mare libera tutti” carrozzina job in uso gratuito presso Pro Loco Porto Potenza (mc)
2016-ad oggi “senza mani” mostra di René Ciampa quando l’arte educa al rapporto disabile normodotato Civitanova Marche (mc)
2016″terre in moto” presso Notte bianca dei bambini con lo spettacolo “MAGIC BOX by fluo show” Monte San Giusto (mc)
www.fluoshow.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *